Toyota al salone di Ginevra 2018

Toyota si presenta al Salone di Ginevra 2018 con alcune importanti novità.
  • Anteprima mondiale della terza generazione di Auris: più dinamismo e nuova potenza ibrida
  • Nuova Toyota Aygo: design rinnovato, nuova performance e maneggevolezza
  • Toyota Concept-I series e prototipo Fine-Comfort Ride. Progettati per soddisfare le esigenze di diverse tipologie di clienti Toyota, testimoniano la volontà di elettrificazione di Toyota
  • Torna sul mercato la leggenda: il prototipo GR Supra Racing

 

Debutto ufficiale in anteprima mondiale per la terza generazione di Auris

Viene presentata ufficialmente in anteprima mondiale, la nuova Auris che cattura l’attenzione del pubblico con il suo design esterno completamente rinnovato e reso più dinamico, ed un nuovo propulsore Full Hybrid Electric da 2,0 litri che dà il via alla strategia Dual Hybrid di Toyota. Dopo 20 anni di leadership nel settore dell’ibrido elettrico e con 12 milioni di unità vendute a livello globale (inclusi 1,5 milioni in Europa), Toyota continua a impegnarsi per migliorare la tecnologia Full Hybrid e soddisfare le esigenze dei suoi clienti.

Per questo motivo ha deciso di puntare su una doppia scelta Full Hybrid per alcuni modelli chiave: la prima motorizzazione sarà destinata a offrire i tradizionali benefici della tecnologia ibrida, mantenendo l’efficienza e l’economia dei consumi dell’offerta attuale; la seconda motorizzazione sarà invece progettata per garantire maggiore potenza e dinamismo. Nel 2010, la prima generazione di Auris è diventata il primo modello europeo di Toyota a beneficiare di una variante Full Hybrid; oggi è il primo modello a presentare la scelta tra due motorizzazioni ibride elettriche. Costruita sulla piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA), in Italia la nuova Auris sarà offerta esclusivamente con motore termico 1.8 da 122 cavalli oppure 2.0 da 180 cavalli. L’unità 1.8 garantisce una marcia silenziosa, un funzionamento intuitivo e una grande risposta, coniugati con costi di gestione contenuti e senza la necessità di ricarica plug-in, per il massimo in termini di consumi ed emissioni e fino al 50% di guida in modalità elettrica. Oltre a questi benefici, l’unità 2.0 gode di ulteriori vantaggi: un comfort di marcia superiore, grande maneggevolezza e un piacere di guida senza precedenti.

Toyota New Global Architecture (TNGA)

La Toyota New Global Architecture (TNGA) è la piattaforma su cui verranno sviluppati tutti i futuri prodotti Toyota: una vera e propria rivoluzione che cambierà il modo di progettare, sviluppare e fabbricare le vetture Toyota del futuro, e una parte integrante della mission Toyota di realizzare vetture sempre migliori e sicure. La TNGA introduce delle nuove linee guida che semplificheranno la produzione dei veicoli grazie alla standardizzazione di alcune delle componenti chiave. La piattaforma TNGA della nuova Auris assicura un’esperienza di guida migliorata grazie al baricentro ribassato di 20 mm, alla sospensione posteriore multi-link e a una scocca più resistente dovuta all’adozione di acciaio ad elevata rigidità nelle aree chiave della vettura. Tali affinamenti contribuiscono a migliorare la maneggevolezza e la stabilità senza compromettere il comfort di guida. La nuova Auris è progettata per soddisfare gli standard di tutti i più severi programmi di crash test e per garantire il massimo in termini di sicurezza grazie alle funzionalità del pacchetto Toyota Safety Sense.

Gli esterni

Più lunga e più bassa rispetto al modello precedente, la nuova Auris presenta uno stile dinamico, e un design anteriore straordinario. La lunghezza totale è stata aumentata di 40 mm (4,370mm), tutti assorbiti all’interno di un passo più lungo. L’altezza è stata invece ridotta di circa 20 mm (1.435), mentre la linea del sottoparabrezza risulta 47 mm più bassa rispetto a quella del modello uscente. Ne risulta una forma dalle linee filanti e un cofano ribassato, che assicura il massimo della sicurezza garantendo al lato guida una maggiore visibilità. Nella parte anteriore spicca la rivisitazione delle filosofie stilistiche Under Priority Catamaran e Keen Look di Toyota: sotto la curvatura sul margine anteriore del cofano, la griglia superiore incorpora il logo Toyota, mentre alle estremità alloggiano i nuovi gruppi ottici con le luci diurne a LED. La cornice sporgente dell’ampia griglia trapezoidale inferiore si sviluppa verticalmente, consentendo la riduzione di 20 mm dello sbalzo anteriore. I lati della cornice creano un anteriore ispirato alle forme di un catamarano, enfatizzando l’incremento di 30 mm in termini di larghezza e sottolineando l’assetto sportivo. Subito sotto la griglia, la cornice si divide per definire chiaramente il bordo dello spoiler anteriore i cui margini sono rivolti verso l’alto per creare un’area tra lo spoiler e lo ‘scafo’ del catamarano, dove sono alloggiati i fendinebbia a LED. La trama della griglia sfoggia un design tutto nuovo, maggiormente articolato rispetto alla classica trama a nido d’ape. Il disegno del posteriore risulta più arrotondato rispetto alle forme piane del modello uscente, rafforzando il legame visivo con l’anteriore della vettura. Il paraurti evoca il design Under Priority Catamaran dell’anteriore, mentre il lip inferiore sfoggia doppi inserti cromati. Il disegno dinamico della nuova Auris è ulteriormente enfatizzato dalla livrea bicolore disponibile come optional, che coniuga il colore della scocca al rivestimento nero del tetto e dei montanti.

In Italia dal lancio della prima generazione ad oggi i volumi realizzati da Auris sono circa 80.000 con una mix hybrid del 87% negli ultimi 4 anni, contribuendo alla diffusione dell’ibrido in Italia. Nel 2017 la gamma Auris realizza una market share del 4.9% nel segmento di riferimento, in particolare sul canale private la market share è del 7.2%. La nuova Auris sarà commercializzata nel corso del 2019, con l’obiettivo di mantenere i volumi attuali.

Nuova Toyota Aygo: design rinnovato, nuove performance e maneggevolezza

Lanciata ufficialmente sul mercato nel 2005, Toyota Aygo si è imposta subito con grande successo come la city car dallo stile audace e particolarmente adatta per i centri urbani; in Italia nel 2017 le unità vendute sono 12.920 e la quota nel segmento A è del 3,8%. La nuova Aygo si presenta con un restyiling che va a rafforzare il suo aspetto giovanile, accattivante e la sua immagine distintiva. Migliorate anche le performance di guida e la maneggevolezza per assicurare sempre di più un’esperienza di guida di puro divertimento. Verrà commercializzata nel mercato italiano nella seconda metà del 2018.

Gli esterni

La nuova AYGO conserva la sua iconica firma “X” frontale, ma è stata trasformata da una grafica bidimensionale in un elemento architettonico tridimensionale più potente. Il nuovo design frontale incorpora una rivisitazione dei gruppi ottici Keen Look, con Luci Diurne (DRL) integrate che rafforzano ulteriormente l’aspetto accattivante di AYGO. La sezione inferiore racchiude la griglia anteriore, enfatizzando la stabilità e l’agilità intrinseca di una vettura compatta, mentre gli inserti sotto i gruppi ottici – disponibili in nero, nero lucido oppure argentati- accentuano la presenza su strada della vettura. Di profilo, la forma tridimensionale dell’anteriore va a coniugarsi con le nuove lenti esterne inserite nei gruppi ottici, che collegandosi visivamente al posteriore della vettura offrono la sensazione di uno straordinario dinamismo. Nella parte posteriore, le nuove Luci Diurne (DRL) a LED conferiscono alla nuova AYGO un look sofisticato ed immediatamente riconoscibile. L’esclusiva firma visiva crea la percezione di un abitacolo compatto collocato sopra dei paraurti più larghi e ribassati rispetto al modello uscente, enfatizzando la stabilità della vettura e il suo aspetto ben piantato a terra. Il nuovo stile esterno viene completato con due nuovi colori – Magenta e Blue- ed esclusivi coprimozzo con cerchi da 15”. A bordo, il nuovo quadro strumenti dispone di grafiche tutte nuove, con un effetto ancora più tridimensionale e una nuova illuminazione. L’adozione del nuovo schema cromatico, che coniuga i colori Quartz Grey e Piano Black, assicura agli interni una qualità Premium, accanto ai nuovi tessuti per i sedili, creati appositamente per i diversi allestimenti.

Caratteristiche di guida

La nuova AYGO assicura una performance tutta nuova, con una dinamica di guida ulteriormente migliorata che garantisce la massima agilità nella guida urbana e un’efficienza ai vertici della categoria. E’ caratterizzata da livelli di rumorosità e vibrazioni ridotti, per il massimo del comfort a bordo. Il pluripremiato motore VVT-i da 998 cc, 3 cilindri, 12 valvole DOHC di Toyota è oggi conforme agli standard EURO 6,2 relativi alle emissioni. Il motore è stato rivisto per abbinare il giusto bilanciamento tra consumi e potenza a livelli di coppia ottimali anche con i regimi del motore più bassi, offrendo un’esperienza di guida unica anche nei contesti urbani. La versione standard ottiene consumi tra i 4,1 e i 3,9 l/100 km1, che si traducono in una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 5 g/km (fino a soli 86 g/km1).

Toyota Safety sense

La nuova Toyota Aygo è dotata del Toyota Safety Sense di serie, il sistema che raggruppa tecnologie di sicurezza attiva progettate per prevenire e ridurre le collisioni a diverse velocità di marcia. In un raggio di intervento compreso fra 10 e 80 km/h, il Sistema Pre-Crash (PCS) è in grado di rilevare la presenza di veicoli di fronte alla vettura per ridurre il rischio di collisioni. Il sistema predispone poi il guidatore alla frenata attraverso un alert visivo e sonoro, mentre il PCS prepara il sistema frenante ad applicare una forza extra quando il guidatore preme il pedale del freno. Nel caso in cui non reagisse in tempo, il sistema automaticamente aziona i freni, riducendo la velocità fino a 30 km/h o addirittura portando il veicolo a fermarsi completamente per prevenire l’impatto o ridurne la violenza. Il sistema Lane Departure Alert (LDA) è in grado di monitorare la segnaletica orizzontale e aiuta a prevenire incidenti e collisioni causati dall’allontanamento dalla carreggiata. Se il veicolo inizia a deviare dalla carreggiata senza aver azionato gli indicatori di direzione, il sistema LDA avvisa il guidatore con un alert visivo e acustico.

Toyota Concept-I series e prototipo Fine-Comfort Ride. Progettati per soddisfare le esigenze di diverse tipologie di clienti Toyota, testimoniano la volontà di elettrificazione di Toyota

Alla fine del 2017, Toyota Motor Corporation ha annunciato la volontà di accelerare lo sviluppo dei veicoli elettrici: entro il 2030 punta infatti a vendere oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate all’anno, incluso 1 milione di veicoli a zero emissioni (BEV, FCEV). Un progetto fondamentale che permetterà di confermare gli obiettivi della Toyota Environmental Challenge: Toyota ha previsto di ridurre del 90%, entro il 2050, la media delle emissioni di CO2 dei propri veicoli rispetto ai livelli del 2010, mentre entro il 2025 ogni modello Toyota e Lexus sarà disponibile esclusivamente o con almeno una variante elettrificata. Toyota e Panasonic hanno inoltre stretto una collaborazione per lo sviluppo delle batterie agli ioni di litio, in particolare quelle prismatiche, con lo scopo di migliorarne la resa e contribuire quindi alla diffusione delle auto elettriche. Seguendo la visione di Ever Better Mobility for all, Toyota intende massimizzare il potenziale dei Battery Electric Vehicles (BEV) dei Fuel Battery Electric Vehicles (BEV), dei Fuel Cell Electric Vehicles (FCEV), della guida autonoma e Intelligenza Artificiale (AI), garantendo una mobilità accessibile a tutti, compresi gli anziani e i diversamente abili. Utilizzando le caratteristiche della Intelligenza artificiale e della Guida autonoma, Toyota ha dato origine alla Concept – I Series (Toyota Concept – I, Toyota Concept I Ride, Toyota Concept – I Walk), una gamma formata da tre Battery Electric Vehicles in grado di soddisfare le esigenze di clienti differenti in vari ambiti e contesti di guida. Questa gamma rappresenta infatti  un mezzo di trasporto in assoluta sintonia con chi lo possiede, uno spartiacque che aprirà una nuova era per la mobilità, “non più una macchina, ma un partner”, in grado di capire le intenzioni del conducente e di crescere al suo fianco. La tecnologia comune per questi prototipi (LEARN) è stata progettata per comprendere le necessità delle persone, applicando un’Intelligenza Artificiale per riconoscerne lo stato emotivo e valutarne gli intenti. Una tecnologia che va a coniugarsi alla guida autonoma per garantire al cliente la massima sicurezza e serenità (PROTECT). Associando questa tecnologia alla “Agent technology” sarà possibile ottenere una sorta di ‘previsione’ delle intenzioni del cliente, assicurando nuove e coinvolgenti esperienze di guida (INSPIRE). Il prototipo Fine-Comfort Ride vuole dimostrare invece come la tecnologia degli FCEV (Fuel Cell Electric Vehicle) possa essere sviluppata per realizzare un nuovo concetto di vettura Premium, dal layout flessibile e dagli interni spaziosi.

Con l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale, la raccolta dei Big Data e l’utilizzo di un Agent, Toyota punta a realizzare un’interazione completa tra l’utente e la sua vettura, con quest’ultima capace di controllare lo stato e il benessere del conducente per assicurare una guida sicura e confortevole.

Toyota Concept – I

Un modello quattro ruote, l’icona della gamma Toyota Concept-i: il mezzo sfrutta l’intelligenza artificiale ed è progettato per comprendere le intenzioni del cliente, con l’obiettivo di diventare il veicolo di riferimento nel futuro del settore automobilistico. Possiede una tecnologia in grado di intuire le necessità del cliente (“LEARN”) unendosi alla guida autonoma e alla tecnologia degli agenti, per garantire la massima sicurezza e serenità (PROTECT) assicurando nuove e coinvolgenti esperienze di guida (INSPIRE). E’ dotato di una plancia dalle forme futuristiche che possiede una HMI (Human Machine Interface) innovativa, per un’esperienza di guida senza precedenti offerta dalla stretta interazione con l’Agent. Questo progetto prevede il collaudo su strada in Giappone a partire dal 2020.

Toyota Concept – I ride

Un piccolo mezzo di trasporto che sottolinea l’universalità alla base del concetto di “vettura user-friendly. Dispone di porte ad ala di gabbiano, di un sedile a slittamento elettrico e di un joystick, per assicurare la massima funzionalità anche per i clienti sulla sedia a rotelle. La struttura del sedile, unita alle funzioni di guida autonoma, rendono possibile la guida per qualsiasi individuo. E’ un mezzo studiato nell’ottica dei servizi di car-sharing.

Toyota Concept – I walk

Questo mezzo di trasporto è progettato per incrementare le possibilità di movimento garantendo i migliori standard di sicurezza ed è dotato di un corpo vettura compatto con guida autonoma da utilizzare nelle aree pedonali. Tre ruote, un passo variabile, impianto sterzante e un pianale ribassato, ne facilitano l’utilizzo e non richiedono l’uso di indumenti o calzature specifici. Si pensa ad un utilizzo con i servizi di car sharing e nei principali luoghi turistici.

Toyota Fine – Comfort Ride

Un prototipo per il mercato Premium che dimostra le future applicazioni delle celle a combustibile e dei motori elettrici in-wheel, per una mobilità a zero emissioni e un’autonomia di guida di circa 1.000 chilometri. Si distingue per le sue linee distintive e aerodinamiche ed è dotato di interni spaziosi e sedili versatili. E’ caratterizzato dalla funzione Agent e da display touch accessibili da tutti gli occupanti.

GR SUPRA RACING

Il prototipo da corsa GR Supra Racing reintroduce sul panorama Automotive l’eredità di uno dei modelli Toyota più famosi nel mondo. Quello della Supra è un nome che evoca i concetti

di potenza, performance e maneggevolezza che hanno contraddistinto il modello per un quarto di secolo. La Toyota Supra gode ancora oggi di un invidiabile status tra i fanatici del Motorsport, a 15 anni di distanza dal termine della sua produzione. La sua incessante popolarità è stata aiutata dal successo nel videogioco Gran Turismo® e dalla sua apparizione nel primo capitolo della saga cinematografica Fast and Furious. Conosciuta con il nome di A40, la Supra originale ha in seguito dato origine a tre nuove generazioni: la A60 nel 1981, la A70 nel 1986 e la A80 nel 1993.

Il Prototipo GR Supra Racing

Una due porte compatta che monta un motore anteriore e trazione posteriore e che fa ampio uso di materiali ultraleggeri. Creato dal team TOYOTA GAZOO Racing, il prototipo esprime alla perfezione il concetto di “divertimento alla guida” alla base della filosofia Toyota. Il suo sviluppo è assolutamente coerente con il credo di Kiichiro Toyoda, il padre fondatore dell’azienda: la partecipazione agli sport motoristici propone le giuste sfide in fatto di performance e durata, fattori che aiutano direttamente lo sviluppo delle vetture da strada, oltre a generare il giusto interesse da parte degli appassionati.

Gli esterni

Il prototipo sfoggia un design accattivante con un ampio alettone posteriore. L’ampio utilizzo

di materiale composito ultraleggero è stato destinato ad elementi quali i paraurti, lo splitter anteriore e il diffusore posteriore, le pedane laterali, l’alettone posteriore e gli alloggiamenti dei retrovisori. L’abitacolo è interamente orientato alla performance sportiva ed è equipaggiato con una plancia da corsa, un sedile OMP sul lato guida e imbracatura di sicurezza. La sicurezza a bordo è garantita da una scocca di protezione e da estintori, mentre le linee del carburante e dei freni, la pedaliera, la batteria e i circuiti elettrici sono tutti progettati secondo gli standard da competizione.

Toyota Gazoo Racing

Il team TOYOTA GAZOO Racing, ha fatto il suo esordio nel 2007 (con il nome GAZOO Racing) alla 24 Ore del Nürburgring con due Toyota Altezza (l’equivalente della Lexus IS di prima generazione). Da allora TOYOTA GAZOO Racing è diventato l’ombrello dell’organizzazione internazionale dei programmi sportivi Toyota (WEC, WRC e Dakar): soltanto nello scorso anno ha conquistato due vittorie alla sua prima apparizione al Mondiale Rally e cinque successi al Mondiale Endurance. Il nuovo programma di sviluppo ha portato alla creazione della Yaris GRMN, l’ultimo prodotto della serie GR e la prima GRMN progettata e realizzata in Europa.

Il lavoro del team è basato su tre concetti fondamentali: lo sviluppo delle competenze attraverso la partecipazione diretta agli sport motoristici; avvicinare sempre più appassionati al mondo del Motorsport progettando automobili accattivanti e divertenti da guidare; realizzare vetture sempre migliori grazie alle competenze acquisite in pista.